Tecnico Esperto nella Gestione di Struttura Servizio Sociale o Socio Sanitario

Tecnico Esperto nella Gestione di Struttura Servizio Sociale o Socio Sanitario

Tecnico Esperto nella Gestione di Struttura Servizio Sociale o Socio Sanitario

Il Tecnico Esperto nella Gestione di Struttura Servizio Sociale o Socio Sanitario è una figura che appartiene al management intermedio dell’impresa sociale.

Il Tecnico Esperto nella Gestione di Struttura Servizio Sociale o Socio Sanitario è una figura che appartiene al management intermedio dell’impresa sociale. Dirige e coordina il funzionamento di una struttura e/o di uno specifico servizio in modo da garantirne efficienza organizzativa e buon andamento delle attività; sovrintende l’organizzazione del lavoro, l’efficacia del servizio e/o la manutenzione dei locali, verificando l’adeguatezza delle attività e gli standard operativi. Il Tecnico Esperto nella Gestione di Struttura Servizio Sociale o Socio Sanitario, in una prospettiva di coordinamento delle attività multidisciplinare, pur rispettando le specifiche aree di competenza di ogni figura professionale, è chiamato a sovrintendere all’intero buon funzionamento della struttura e del servizio, verificandone l’efficienza e l’efficacia, il rispetto dei protocolli di intervento e i fondamentali standard sulla sicurezza e la qualità. Spesso la sua responsabilità si estende alla quasi totale gestione delle relazioni esterne con i soggetti istituzionali e i parenti degli utenti. La Regione Campania recepisce la figura professionale con la D.G.R. n. 808 del 23/12/2015. Il corso di Assistente di Tecnico Esperto nella Gestione di Struttura Servizio Sociale o Socio Sanitario ha una durata di 300 ore

Analisi, valutazione e miglioramento delle performance della struttura residenziale/semiresidenziale o del servizio territoriale

ABILITA’

  • Coinvolgere le varie aree professionali ed operative nel processo di valutazione delle performances della struttura/servizio
  •  Collaborare con la direzione della propria organizzazione nella definizione e attuazione di azioni di miglioramento
  •  Curare la redazione di periodici report sulle performances della struttura/servizio da presentare alla direzione della propria organizzazione
  •  Monitorare l’applicazione degli standard di efficacia ed efficienza della struttura e/o del servizio, favorendo l’utilizzo di schede o procedure di rilevazione solitamente predisposti da sistemi di qualità certificati e adottati dall’azienda
  •  Partecipare alla predisposizione del bilancio di esercizio, fornendo gli elementi di conoscenza operativa sull’impiego delle risorse effettuato nella struttura/servizio di propria competenza
  •  Sovrintendere alla predisposizione e alla corretta applicazione di strumenti per la misurazione della customer satisfaction

 

CONOSCENZE

  •  Metodologia della ricerca sociale
  •  Elementi di statistica applicata al controllo del budget e della qualità
  •  Principi e metodologie per il miglioramento continuo della qualità delle performances della struttura/servizio
  • Principi e metodologie per il rilevamento del livello di customer satisfaction
  •  Tecniche e strumenti per la redazione di report sulle performances del servizio (quantitativi/qualitativi)

 

Attuazione e monitoraggio dei processi di funzionamento del servizio territoriale o struttura residenziale/semiresidenziale

ABILITA’

  • Collaborare alla realizzazione di audit interni o svolti da soggetti terzi
  •  Coordinare il trattamento delle situazioni di non conformità, analizzandone le cause, predisponendo le misure risolutive più appropriate ed analizzandone l’efficacia
  •  Coordinare le attività amministrative in carico alla struttura e/o del servizio, assicurandone una appropriata e trasparente attuazione
  •  Coordinare le risorse umane e strumentali dell’organizzazione, valorizzandone le specificità e l’appropriatezza dell’impiego
  •  Intervenire con tempestività, appropriatezza ed efficienza in situazioni di urgenza ed emergenza, predisponendo le misure risolutive ed analizzandone l’efficacia
  •  Sovrintendere al conforme funzionamento del sistema di gestione dei dati e della documentazione all’interno della struttura/del servizio
  •  Sovrintendere all’attuazione dei monitoraggi e dei controlli pianificati, verificando la registrazione dei risultati
  •  Sovrintendere alla manutenzione dei locali, degli impianti e delle risorse tecnologiche, assicurando gli appropriati standard di funzionalità e sicurezza e adottando ciclicamente le necessarie procedure di controllo e verifica

 

CONOSCENZE

  • Elementi e principi generali di gestione contabile
  •  Indicazioni normative e metodologiche per la prevenzione ed il trattamento di situazioni di urgenza o emergenza
  •  Metodologie per la predisposizione di piani e programmi di lavoro in strutture/servizi socio- sanitari
  •  Normativa relativa alla gestione ed il trattamento dei dati sensibili
  •  Normative e tecniche relative alla gestione di audit interni e di soggetti terzi (commissione di vigilanza e controllo, enti certificazione qualità, etc.)
  •  Normative tecniche per la manutenzione di immobili, impianti e risorse tecnologiche presenti in una struttura socio- sanitaria e/o utilizzate nei servizi
  •  Principi e tecniche per il monitoraggio dei processi e la gestione di non conformità
  •  Sistemi operativi per la gestione informatizzata delle diverse tipologie di dati

 

Coordinamento delle politiche di gestione del personale della struttura residenziale/semiresidenziale o del servizio territoriale

 

ABILITA’

  • Definire criteri, predisporre ed utilizzare strumenti per la selezione e la valutazione del personale
  •  Esercitare la leadership secondo modalità incentivanti la partecipazione, la distribuzione delle responsabilità, il lavoro di équipe, il rispetto dell’etica professionale
  •  Monitorare l’attuazione dei programmi di lavoro in ordine a presenze, turni, volumi di attività e carichi di lavoro, predisponendo eventuali modifiche ali programmi che dovessero rendersi necessarie
  •  Predisporre la programmazione del lavoro degli operatori (piani, turni, etc.) in modo coerente al progetto del servizio e nel rispetto della normativa contrattuale
  •  Sovrintendere la predisposizione, l’attuazione e la verifica di efficacia del piano di formazione/aggiornamento del personale

 

CONOSCENZE

  •  Elementi di diritto del lavoro, contratti collettivi nazionali di lavoro, normativa e tecniche organizzative dei turni di lavoro, diritti e modalità di esercizio della rappresentanza sindacale
  •  Elementi di psicologia sociale e di dinamica dei gruppi di lavoro
  •  Norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro per assicurare un contesto lavorativo corretto e professionalmente qualificato
  •  Principi di etica professionale per le professioni assistenziali e sanitarie
  •  Principi e metodologie per l’educazione degli adulti e la gestione di piani formativi aziendali
  •  Principi e tecniche di selezione, valutazione e valorizzazione delle risorse umane
  •  Profili professionali delle figure operanti all’interno di strutture e servizi socio- sanitari

 

Gestione del rapporto con il cliente, i Servizi Pubblici e gli stakeholders

ABILITA’

  •  Collaborare con la direzione dell’organizzazione nella definizione e gestione di convenzioni con enti pubblici
  •  Coordinare l’attuazione delle procedure di inserimento e dimissioni degli utenti e la gestione dei piani assistenziali personalizzati
  •  Coordinare la gestione dei rapporti con i servizi pubblici e le risorse della comunità territoriale
  •  Gestire il trattamento dei reclami
  •  Sovrintendere alla gestione del sistema di comunicazione interno e con l’esterno
  •  Supportare la direzione dell’organizzazione nell’elaborazione della carta dei servizi della struttura/servizio

 

CONOSCENZE

  •  Elementi di diritto amministrativo su convenzioni e appalti pubblici
  •  Elementi di diritto civile e normativa regionale su famiglia, diritti e tutela di minori, persone disabili o non autosufficienti, responsabilità di tutori e affidatari
  •  Elementi di psicologia dello sviluppo, geriatria, di psicologia della disabilità, di psichiatria
  •  Metodologie per la gestione dei piani assistenziali personalizzati in base alle diverse tipologie di utenza del/la servizio/struttura
  •  Normativa regionale e territoriale sulle procedure in presa in carico, gestione dell’intervento personalizzato e dimissioni degli assistiti ed i loro diritti
  •  Principi e tecniche del lavoro di rete nei servizi socio-sanitari
  •  Principi e tecniche di gestione della comunicazione al cliente

 

Pianificazione tecnico- organizzativa e finanziaria della struttura residenziale/semiresidenziale o del servizio territoriale

ABILITA’

  •  Collaborare all’analisi dei bisogni del territorio e della popolazione di riferimento della struttura/del servizio con la direzione della propria organizzazione
  •  Collaborare con la direzione della propria organizzazione nella definizione della politica per la qualità e il piano della qualità (obiettivi ed indicatori)
  •  Collaborare con la direzione della propria organizzazione nella definizione di procedure e protocolli contenenti gli standard operativi
  •  Contribuire alla stesura del piano economico- finanziario preventivo della struttura/del servizio con la direzione della propria organizzazione
  •  Individuare gli indirizzi delle politiche settoriali, i requisiti strutturali, organizzativi e gestionali che interessano la struttura/il servizio nel quale si va ad esercitare la funzione di responsabile
  •  Partecipare alla stesura del progetto tecnico- organizzativo della struttura/servizio con la direzione della propria organizzazione
  •  Supportare la direzione della propria organizzazione nell’approntare le misure e i requisiti organizzativi indicati per la struttura e/o il servizio della normativa di riferimento, in modo assicurarne l’autorizzazione e l’eventuale accreditamento

 

CONOSCENZE

  •  Elementi di sociologia e psicologia delle organizzazioni nel settore socio- sanitario
  •  Metodi e strumenti di lettura del profilo di salute e dell’evoluzione dei bisogni di cittadinanza, assistenza e cura nel territorio di riferimento
  •  Modelli e sistemi di welfare, norme, metodi e strumenti di indirizzo delle politiche sociali e socio- sanitarie e socio-assistenziali territoriali
  •  Modelli organizzativi di strutture e servizi sociali e socio- sanitari per tipologia di utenza e di intervento
  •  Normativa di autorizzazione e accreditamento di strutture e servizi sociali e socio- sanitari ed altre norme riguardanti il loro funzionamento ed accessibilità (regolamento edilizio, normativa su superamento barriere architettoniche e sensoriali…)
  •  Elementi di lettura e analisi del bilancio
  •  Politica per la qualità, sistemi di gestione qualità e modelli applicativi nel settore socio- sanitario
  •  Principi e meccanismi di composizione della spesa relativamente alla strutturazione delle tariffe e del costo del lavoro del personale

Possesso di titolo di studio / qualifica professionale attestante il raggiungimento di un livello di apprendimento pari almeno a EQF 4, acquisito nell’ambito degli ordinamenti di istruzione o nella formazione professionale, fatto salvo quanto disposto alla voce “”Gestione dei crediti formativi””. Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’estero occorre presentare una dichiarazione di valore o un documento equipollente/corrispondente che attesti il livello del titolo medesimo. Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di un attestato, riconosciuto a livello nazionale e internazionale, di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore al B1 del QCER. In alternativa, tale conoscenza deve essere verificata attraverso un test di ingresso da conservare agli atti del soggetto formatore. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria superiore presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione. Tutti i requisiti devono essere posseduti e documentati dal corsista al soggetto formatore entro l’inizio delle attivita’. Non e’ ammessa alcuna deroga.

Il superamento dell’esame finale comporta il rilascio di un attestato di Qualifica Professionale riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello nazionale ed europeo.

Info ed Iscrizioni

Per avere altre informazioni su questo corso o per conoscere i costi, compila il modulo che segue.

     

     

    Questo si chiuderà in 20 secondi